Nell’articolazione “Relazioni internazionali per il marketing”, il profilo si caratterizza per il riferimento sia all’ambito della comunicazione aziendale, con l’utilizzo di tre lingue straniere e appropriati strumenti tecnologici, sia alla collaborazione nella gestione dei rapporti aziendali nazionali e internazionali riguardanti differenti realtà geo-politiche e vari contesti lavorativi.
(da MIUR, Regolamento per il riordino degli istituti tecnici, Allegato A)

Rispetto ai quadri orari ministeriali, il Pascal ha deciso di potenziare le discipline linguistiche aumentandone il monteore e prevedendo anche la presenza delmadrelinguista.

Ha inoltre stabilito di proporre lo studio delle seguenti lingue straniere:

1^ lingua: inglese

2^ lingua: a scelta tra francese e tedesco (a partire dalla classe 1^)

3^ lingua: a scelta tra francese, tedesco e spagnolo (a partire dalla classe 3^)

quadro relazioni[*] progetto Pascal potenziamento linguistico con madrelinguista =max 30 ore annuali con insegnante tecnico pratico
** Francese o tedesco
*** Francese, tedesco o spagnolo
**** Scienze della terra e biologia

I corsi di 2^ o 3^ lingua si attivano con 16 o più studenti.

Titolo di studio rilasciato: diploma di istruzione secondaria superiore tecnica ad indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing, articolazione Relazioni Internazionale per il marketing

PROFILO IN USCITA

● Che cos’è

E’ un Indirizzo Tecnico del settore economico del secondo grado dell’istruzione secondaria statale. Rispetto alle possibilità previste dal Ministero della Pubblica Istruzione per gli Istituti Tecnici, il “Pascal” offre il percorso indirizzato all’ambito delle Relazioni Internazionali per il marketing

● A chi è rivolto l’indirizzo

Potranno proficuamente scegliere l’indirizzo gli studenti che, durante la scuola media, abbiano verificato le loro motivazioni e attitudini nei confronti delle lingue straniere, delle problematiche di carattere politico, economico e giuridico in ambito nazionale e diplomatico in ambito internazionale.

● Obiettivi specifici

L’indirizzo si pone la finalità di formare un diplomato con competenze:

  1. comunicative in tre lingue straniere,
  2. generali nel campo dei macrofenomeni economico-politici nazionali ed internazionali e nel diritto nazionale ed internazionale
  3. specifiche nei sistemi e nei processi aziendali
  4. operative nell’appropriato utilizzo delle tecnologie informatiche e telematiche.
  5. trasversali nel perseguire e potenziare abilità cognitive idonee
  • a risolvere problemi
  • a sapersi gestire autonomamente in ambiti caratterizzati da mutamenti ed innovazioni continue
  • ad assumere progressivamente responsabilità per la valutazione ed il miglioramento dei risultati ottenuti
  • a contribuire all’innovazione e al miglioramento organizzativo di imprese e di enti inseriti nel contesto internazionale.
  • Specificità dell’offerta formativa dell’indirizzo attivato dal Pascal

Innovazioni dell’offerta formativa:

Nell’osservanza del riordino degli indirizzi e nell’esercizio dell’autonomia concessa nella definizione di finalità e obiettivi, l’indirizzo Relazioni internazionali del Pascal conserva le buone pratiche didattiche che, come indirizzo linguistico sperimentale, lo hanno fatto apprezzare da più generazioni. In particolare, le ore di lingua straniera sono state aumentate rispetto al quadro ministeriale e, fin dal primo biennio, la scuola integra l’offerta curricolare con la presenza di insegnanti di madrelingua. Sono state inoltre apportate modifiche al fine di superare, per quanto possibile, la frammentazione del quadro orario delle discipline.

Ampliamento dell’offerta formativa

Al fine di promuovere e potenziare capacità progettuali, di lavoro autonomo, di lavoro di gruppo, di

flessibilità cognitiva e organizzativa di fronte a nuovi problemi, l’indirizzo realizza attività per ogni anno di corso in collaborazione con imprese, associazioni, enti ed Atenei del territorio.

  • Sbocchi culturali e professionali

I risultati di apprendimento attesi a conclusione del percorso quinquennale consentono agli studenti di inserirsi correttamente nel mondo del lavoro, di accedere alle università, al sistema dell’Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, nonché ai percorsi di studio e di lavoro previsti per l’accesso agli albi delle professioni tecniche secondo le norme vigenti in materia.