DIRITTI

Lo studente ha diritto a:

a) Essere informato sulle norme e sulle decisioni che regolano la vita scolastica
b) Ricevere, all’atto dell’iscrizione o al momento d’inizio dell’attività scolastica, copia del Regolamento d’Istituto
c) Essere informato dai docenti, all’inizio dell’anno scolastico, relativamente agli obiettivi didattici, alla scansione dei contenuti disciplinari e ai criteri di valutazione inseriti nella programmazione
d) Avere un dialogo costruttivo con il Dirigente Scolastico e con i docenti
e) Essere trattato in modo equo e rispettoso
f) Avere una calendarizzazione razionale delle verifiche scritte, programmate con almeno una settimana di anticipo e distribuite in modo che non siano più di due nell’arco di una mattinata (possibilmente una)
g) Essere sottoposto a verifica possibilmente non nel giorno immediatamente successivo a quello dell’ultima lezione in cui si siano trattati argomenti nuovi riguardanti la materia cui farà riferimento la verifica stessa
h) Avere una valutazione trasparente, sempre riferita alle prestazioni e ai risultati e mai alla persona, e tempestiva (per le prove scritte, entro due settimane dall’effettuazione e comunque prima di prove successive di analoga tipologia)
i) Vivere in un ambiente scolastico pulito e ordinato

 

DOVERI

Lo studente ha il dovere di:

a) Frequentare regolarmente la scuola, presentandosi con il materiale didattico necessario, rispettando gli orari e le consegne ed effettuando rapidamente i cambi d’aula previsti
b) Prestare attenzione alle lezioni, interagendo attivamente, e applicarsi in modo sistematico nello studio di tutte le discipline
c) Avere nei confronti del Dirigente Scolastico, dei docenti, di tutto il personale della scuola e dei compagni lo stesso rispetto che pretende per se stesso
d) Mantenere un comportamento corretto e coerente con i principi del Regolamento d’Istituto
e) Utilizzare un abbigliamento adeguato all’ambiente scolastico
f) Conoscere ed osservare le disposizioni organizzative e di sicurezza dettate dai regolamenti
g) Utilizzare correttamente le strutture, gli strumenti e i sussidi didattici e comportarsi nella vita scolastica in modo da non arrecare danni al patrimonio della scuola
h) Rendere sempre conto delle proprie assenze, fornendone la debita giustificazione, nella consapevolezza che lo sciopero del personale scolastico non può mai costituire utile giustificazione delle proprie assenze
i) Collaborare nel mantenere sempre pulito e decoroso l’ambiente scolastico

 

Per ogni controversia si farà riferimento al Dirigente Scolastico